Fuori il mondo

Oggi mi sento così. Cedevole e malinconica, brutta e triste. Devo buttare fuori il mondo, adesso lo faccio.Vivere di scrittura — mi piacerebbe ogni tanto. La mia scrittura mi plasma, fornisce un ritratto di me che mi sconvolge. Ho bisogno di lei. Lei mi ascolta e mi consiglia. Voglio scrivere di imbarazzo, di brutte cose e... Continue Reading →

Intarsi intrecciati

Terza rubrica esterna ospitata dal nostro sito, Esercizi di stile — firmata da Anna Lanfranchi, già seconda classificata al nostro Concorso Poetico —, di qui a dicembre, sarà composta da una poesia, un breve testo di prosa, e un flusso di coscienza. Questo, in chiara continuità ideale con l'omonimo testo di Raymond Queneau, e soprattutto... Continue Reading →

La perfezione allo specchio

a Kobe Bean Bryant "La grandezza di un uomo risiede per noi nel fatto che egli porta il suo destino come Atlante portava sulle spalle la volta celeste." — Milan Kundera Il 26. Il 26.Mattina. Sera.Los Angeles, California, USA. Milano, Lombardia, Italia.Uno schianto. Un urlo. Fuori fa relativamente freddo, ma qui dentro c'è proprio un... Continue Reading →

Sette contro Tebe

La storia del dramma greco si apre con la tragedia e la tragedia si apre per noi col nome di Eschilo. Nato ad ad Atene nel 525 a.C., è il primo dei 3 tragici inseriti nel canone tradizionale. Di lui tratteremo una delle sue 7 opere a noi giunte: I Sette contro Tebe (Epta epi... Continue Reading →

Il corpo e il riflesso

Quando si parla di corpi, vige la concezione che vi sia una verità assoluta e assodata su di essi; un parametro che qualcuno ha stabilito e in base al quale valutiamo noi stessi e chi abbiamo intorno. Le sentenze sono spesso severe e risultiamo indifendibili. E’ questione di un secondo, di un passaggio obbligatorio che... Continue Reading →

Riflessi di solitudine

Luoghi come quelli dove io e K eravamo soliti incontrarci sono piuttosto comuni in tutta la regione meridionale della penisola scandinava: sono piccoli specchi d’acqua, sovente immersi nella quiete di una qualche fitta foresta, poco profondi, ma costellati al loro interno di piccole isole le quali, talvolta, ricoperte dagli alberi.Solo nelle immediate vicinanze dell’abitato di... Continue Reading →

Responsabilità della scienza

Presappoco un mese fa, sui social media, andava finalizzandosi una collaborazione incrociata tra il nostro blog e un altro, locale, appena nato, chiamato Il viaggiatore solitario. La collaborazione, per chi non lo sapesse, prevedeva una sorta di "scambio": il nostro Michele Mazzoleni pubblicherà testi e vignette sul loro spazio, mentre sul nostro blog ben tre... Continue Reading →

L’intervista – Benedetta Carrara

L'avete conosciuta come autrice. Oggi, qualche anno dopo il suo primo articolo e dopo molti mesi di nuove esperienze, la ritrovate come scrittrice alla sua prima opera. In anteprima assoluta — il suo primo libro, Una cosa bella, pubblicato da Divergenze, uscirà fra due giorni — Benedetta Carrara torna su Bottega di idee per raccontare... Continue Reading →

Lacrime di vita

“Perché già, a volte, sono stato un ragazzo e una ragazza, e un cespuglio e un uccello e un pesce muto nelle acque del mare.” — Empedocle“Perché pensare che una vita è separata dalla prossima quando l'una nasce dall'altra?” — Luke Evans“Domani, continuerò ad essere. Ma dovrai essere molto attento per vedermi. Sarò un fiore... Continue Reading →

Amici miei

Un racconto che nasconde un'amara realtà “Lo vede il dito? Lo vede che stuzzica?” — il Conte Mascetti alias Ugo Tognazzi in Amici miei Se vi parlassi della supercazzola prematurata come se fosse antani, rigorosamente con scappellamento a destra, e voi non capiste quello che ho scritto, avrei raggiunto il mio obiettivo, rendendo orgoglioso il... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑