Funambole

Ho assistito allo spettacolo di “Funambole” lo scorso 19 Dicembre al Teatro Spazio Centrale, ad Arquino, ed è stata un’esperienza unica.
Raramente capita di trovarsi di fronte ad uno spettacolo costruito e raccontato in maniera così efficace.

L’opera narra l’esperienza di tre giovani donne nel mondo di oggi e viene scritto, curato e magistralmente portato in scena, da Claudia Perossini, Virginia Cimmino e Irene Papotti come fulcro del loro personale percorso all’Accademia Galante Garrone di Bologna. La direzione artistica è affidata a Giulia Argenziano e Beatrice Sancinelli che, con arguzia, hanno contribuito a costruire lo spettacolo portandolo a diventare un connubio perfetto di musica, luci e coreografie.
Ciò che viene raccontato e affrontato sul palco sono esperienze in cui ogni ragazza, donna o persona che sia riesce a rivedersi, parlando di paure, insicurezze, ispirazioni, giochi, romanticismo e sessualità.

Le ragazze interpretano tre amiche, Rita (Claudia Perossini), Aurora (Virginia Cimmino) e Giovanna (Irene Papotti), compagne di scuola, che decidono di fare un patto: tra 15 anni esatti si dovranno ritrovare nel luogo dove si sono incontrate e cresciute per potersi confrontare sulle vite che hanno vissuto e che le hanno trasformate nelle donne in cui sono oggi – intelligenti, indipendenti, coraggiose, testarde e formate dunque dalle esperienze, positive e negative, che hanno condiviso in adolescenza, dall’ambiente in cui sono nate e cresciute, e in cui ogni spettatore riesce facilmente a rivedersi.
Il centro che tiene in equilibrio le protagoniste è una sinusoide, simbolo dell’incertezza e dell’insicurezza della vita di ogni giovane che cresce e affronta le difficolta dell’adolescenza.

Ogni protagonista è caratterizzata da esperienze diverse come l’ansia, il cambiamento del corpo, la troppa sessualizzazione o la mancanza di femminilità che la trasformano e fanno nascere conflitti interiori e tutti questi elementi giocano tra loro come queste ragazze giocano con i propri destini, in equilibrio precario verso una destinazione ignota.
Lo spettacolo si costruisce su diversi racconti che paiono come flashback della gioventù delle protagoniste; tutto è impregnato di leggerezza e forte malinconia, accentuata anche da un evento drammatico del quale si viene a conoscenza durante i diversi racconti.

Ci si affeziona presto ai personaggi che  rimangono dentro di noi e ci fanno tornare indietro ai tempi della scuola, aiutando a crescere ed evolvere insieme a loro, portandoci faccia a faccia con determinati problemi che portiamo dentro di noi. Personalmente l’ho trovato uno spettacolo molto coinvolgente dal punto di vista emotivo , di rado ci si trova davanti ad una vera e propria esperienza che ti cattura e porta all’interno di una  storia in modo così forte.

Particolare è la scenografia, composta principalmente da diversi cubi, fungenti anche da contenitori, che durante lo spettacolo vengono mossi, aperti ed utilizzati rendendo il tutto più dinamico e performativo. Le coreografie e i movimenti delle attrici, accostate a questa semplice ed essenziale scenografia, rendono lo spettacolo una sorta di quadro in movimento che coinvolge e trattiene lo spettatore fino alla fine.
Le musiche, altro tocco centrale dello spettacolo, sono prodotte da Nicola Buttafuoco (produttore musicale e chitarrista dei Pinguini tattici nucleari) aiutano a raccontare con aria delicata la storia di tre ragazze con il quale è facile immedesimarsi. I giochi di luce che aiutano la costruzione dell’atmosfera sono invece affidati a Giulia Argenziano.
“Funambole” è un progetto ambizioso, prodotto da Matrice Teatro e realizzato grazie ad un’attività di crowdfunding avviata ad ottobre 2021 sulla piattaforma  “produzioni dal basso” che è riuscito a realizzarsi anche grazie all’aiuto dello stesso Spazio Centrale e sono felice di poter dire che il suo essere diventato una realtà è una fortuna per tutti coloro che sono riusciti, e riusciranno, a vedere lo spettacolo.

Alice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑