Distinguo

distìnguo s. m. [pres. indic. del verbo distinguere, sostantivato], invar.distìnguere v. tr. [dal lat. distinguĕre, comp. di dis- e stinguĕre «pungere», affine al gr. στίζω «pungere, punteggiare»]. – Treccani Definizione. «Viviamo in un’epoca di confusione concettuale, ancor prima che pratico-operativa.» .Presentazione dell'intento. «Sono tanti i concetti che esprimono la modernità: transumanesimo, nichilismo, interrelazione, liquidità, scarto. Scioglierne le tensioni interne scopriremo essere un esercizio molto simile all’individuarne... Continue Reading →

Dis

Prefisso verbale e nominale che in molti vocaboli derivati dal latino o formati modernamente indica separazione (per es. disgiungere), dispersione (per es. discutere, che propr. significa «scuotere in diverse parti»), e più spesso rovescia il senso buono o positivo della parola a cui si prefigge (per es., onore - disonore; simile - dissimile; piacere - dispiacere) – Treccani Distinguo. Disagio. Disgiunto.Tre parole. Una sola radice – la... Continue Reading →

Oceano di silenzio

"Un oceano di silenzio scorre lento, senza centro né principio." — Franco Battiato Spari nella notte. Alzo la testa e guardo oltre. "Quando il sole si uccide | oltre le onde | puoi sentire piangere e gridare | anche il vento ed il mare", aveva scritto il più grande di tutti. Quella frase, letteralmente, mi... Continue Reading →

La luce, nel vuoto

Piccolezze e canoni all'ombra di Dio "La prova principale della vera grandezza di un uomo consiste nella percezione della propria piccolezza." — Arthur Conan Doyle 08/03/2020. Ore 10:43. Rileggo ciò che ho scritto. Sistemo qualche virgola, ricontrollo nuovamente, poi alzo gli occhi. Davanti a me, una vetrata. Dietro di me, il passato. Sotto i miei... Continue Reading →

Richiami dal futuro

L'arte dell'attesa e l'attesa dell'arte "L’attesa è il futuro che si presenta a mani vuote." — Michelangelo Lo sbuffo, dalle sue ampie narici. Lo scalpito, frutto dei suoi zoccoli su quella terra incerta. Un nitrito, solitario, a squarciare una notte di pioggia fitta e malinconica. Angosciosamente poggiato sul suo dorso, gli sfioro il ventre con la... Continue Reading →

Io, lui e il vuoto

Alla scoperta del sé tra Leopardi ed Emily Dickinson "La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno." — Jim Morrison "Sempre e per sempre tu, ricordati, dovunque sei, se mi cercherai, sempre e per sempre, dalla stessa parte, mi troverai". Iniziava così, con quelle parole appena sussurrate dalla mia voce flebile,... Continue Reading →

Sulle ceneri dell’essere umano

Viaggio oltre l'uomo: tra Sartre e Schopenhauer “Non c’è ordine nel mondo salvo quello imposto dalla morte." – Cormac McCarthy Il crepitio assillante della pioggia mi annienta. Ogni goccia si infrange con violenza a terra. Il cuore saltabecca qua e là. I miei passi si susseguono, timorosi. Davanti a me, cose indefinite, ridotte in brandelli — chiamarli... Continue Reading →

Amore e consolazione

Inizia oggi, con la rinnovata coppia Anna-Alice per le illustrazioni, "Vedute grandangolari", nuova rubrica di Federico che proverà a tenere insieme filosofia e vita quotidiana. Vivere con (e oltre) se stessi tra Boezio e Pascal     "Ora conosco [...] la principale causa del tuo male; hai cessato di sapere quel che tu stesso sei"... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑